In questo articolo si parla di:

Strava, il social network per atleti che recentemente ha assunto dall’esecutivo di Instagram James Quarles come suo ceo, ha annunciato un certo numero di partnership con palestre e fitness app allo scopo di allargare i suoi servizi e permettere agli utenti di tracciare i loro allenamenti da alcuni specifici macchinari.

L’azienda ha annunciato l’integrazione all’interno della app di Strava chiamata Gym and Studio Sync, che permetterà agli atleti la possibilità di registrare e condividere i propri risultati in un unico posto su una pagina simile a quella di facebook mentre scopre nuove palestre, sale di fitness e metodologie id allenamento.

Questa feature permetterà agli utenti di Strava di collegare il proprio profilo a palestre selezionate e apps che condivideranno direttamente i risultati sul proprio profilo Strava. Tra i partner alcune sale di ciclismo indoor, catene di fitness center americane, app dedicate a macchinari fitness per vogare e ad esercizi a corpo libero e marchi di bici indoor diffusi nelle palestre. Già nel 2016 Strava aveva ottenuto una partnership con Peloton, una indoor bike per il pubblico che permette agli atleti di ottenere lezioni da uno schermo e condividere i propri allenamenti su Strava su cui oggi ha più di 14000 attività a settimana.

Il caso Apple

L’annuncio di Strava è solo l’ultimo che vede la ricerca di attrezzatture da fitness di terze parti con delle app in modo da fornire un quadro più completo dell’allenamento di una persona. All’inizio di quest’anno Apple ha annunciato per esempio l’integrazione tra Apple Watch con i produttori di attrezzattura da fitness mondiale Life Fitness and Technogym, che da soli rappresentano l’80% del mercato. L’integrazione sarà realmente operativa da quest’autunno con i nuovi sistemi operativi di Apple Watch, tra cui le informazioni su calorie, distanze, velocità, piani saliti, inclinazione, ellittica, step e indoor bike.

sporttechie.com