Quale sarà il futuro digitale dello sportbusiness e quale il destino del retail nel 2050? È vero che le macchine e i robot diventeranno sempre più importanti non solo nel processo di produzione ma anche in quello di acquisto? Ispo Digitize Summit, il primo vertice by Ispo sul tema, che si è svolto a fine giugno a Monaco e che si ripeterà anche nel 2019 (in data da definirsi, ma comunque immediatamente prima o a seguire di OutDoor by Ispo, che si svolgerà dal 30 giugno al 3 luglio), ha cercato di dare delle risposte concrete a questi quesiti, portando le testimonianze e le case history delle maggiori aziende del settore. Su 443 visitatori presenti, il 65% veniva dal panorama dell’industria sportiva mentre il 35% era composto da retailers. Sempre sulla base dei 443 visitatori citati, il 20% era composto da un pubblico internazionale. Dato che ha fatto molto ben sperare, soprattutto trattandosi di una prima edizione. I feedback dei partecipanti circa l’evento sono stati molto positivi e hanno confermato il ruolo strategico (e pionieristico) di Ispo per quanto riguarda il futuro dell’industria e del mercato sportivo. Il summit si è distinto anche per la qualità dei relatori e dei casi specifici riportati, che sono stati vera fonte di illuminazione e ispirazione per il mercato sportivo del futuro.

Di seguito un estratto dei nomi più rilevanti che hanno preso parte al summit: adidas, ANWR, Arena, Asics, Audi, Avery Dennison, BASE, Bergzeit, Blackyak, Caperwhite, Checkpoint systems, Columbia, DAZN, Demodern, Deuter, Fenix, Fischer Sports, Fitness First, HEAD, Heinriche Heine, Hugo Boss, ICEBUG, Intersport, Jako, K2, Karstadt, Lego, Levis, mizuno, Oberalp, O’Neal, Ortlieb, Ortovox, Osram, Panasonic, Peak Performance, POC, Recco, Rose bikes, Softbank, Sony, Sportradar, SportScheck, Talanx, Boston Consulting Group, 1860 München, Vaude, Gore, Bogner, wirecard, Zanier.

Le novità digitali del prossimo Ispo Munich

“Il coraggio dimostrato da Ispo nel dare un contributo tanto importante allo sviluppo del digitale è stato accolto positivamente dall’intero settore” – afferma Tobias Gröber, presidente di Ispo Group. Molte le innovazioni che si vogliono mettere in atto nell’immediato futuro.

Dal 3 al 6 febbraio ci sarà Ispo Munich e in quella occasione è intenzione della fiera dedicare un intero spazio espositivo alla digitalizzazione, per mostrare ai visitatori non solo le innovazioni nel campo delle calzature, delle attrezzature, dell’abbigliamento e degli accessori, ma anche le nuove soluzioni digitali per la vendita al dettaglio e l’industria.

 

Di Daniele Denegri