In questo articolo si parla di:

Federico Camangi, parmense classe ’78 e ambassador Dolomite è una guida alpina di professione: “una scelta radicale, che non permette dubbi ne ripensamenti, ma affascinante”.

Come se fosse una vera e propria vocazione, tra le vette italiane e quelle estere, Federico aiuta chiunque lo desideri a raggiungere la sommità delle montagne, per godere di spettacoli mozzafiato. Realizza spesso i sogni nel cassetto di persone che vorrebbero arrivare a toccare il cielo con un dito almeno una volta nella vita, guardando il mondo da una nuova e diversa prospettiva, riservata a pochi; persone che ripongono quindi questo desiderio nelle mani e nell’esperienza della guida alpina.

Si tratta di un mestiere di estrema responsabilità e grande importanza, che ha anche l’obiettivo di preservare il bellissimo ambiente montano del nostro paese, oltre a sensibilizzare le persone a rispettarlo per fare sì che tutti, anche in futuro, ne possano godere.

Federico, che divide il suo tempo tra l’attività di guida alpina e l’esperienze di arrampicata in giro per il mondo, inizia ad arrampicare a 14 anni, e non appena adulto cambia diversi lavori, tutti interessanti, ma privi di quel qualcosa che poi a trovato durante una stagione a Chamonix. Da allora non è più tornato indietro, non si è più seduto a una scrivania, rendendo le montagne il suo ufficio quotidiano.

La volontà di fare la guida alpina nasce certamente dall’amore infinito per la natura e l’ambiente montano, ma deve essere alimentata anche dalla passione di voler trasmettere il valore della ricompensa dopo il sacrificio. Perché è proprio così, una volta arrivati in cima dopo sudore e fatica si deve solo respirare, guardare l’orizzonte e godere del traguardo raggiunto.

Federico Camangi racconta il significato di questa scelta mentre passeggia sul ghiacciaio del Monte Bianco, al cospetto delle montagne più maestose del nostro paese. Da anni anche Skyway Monte Bianco, di cui Dolomite è fornitore ufficiale delle calzature, lavora con il suo impianto funiviario per rendere questo spettacolo accessibile davvero a tutti, anche alle persone meno tecniche e preparate. Dalle sue terrazze si possono godere spettacoli unici, assaporate prodotti del posto e immortalare immagini che resteranno nel cuore di coloro che amano la montagna in ogni sua forma.